La Banca Dati de Laretexlavorare.com

Inserisci curriculum
Consulta curriculum
Inserisci annuncio
Consulta annuncio

Notiziari

15.03

Cegos Italia: ci saranno corsi formativi per 100 disoccupati

Categoria principale: Notiziari
Category: Lavoro

Cegos Italia, azienda leader nel settore formazione, vuole offrire un sostegno a coloro che stanno hanno perso il lavoro a causa della pandemia, vivendo una crisi senza precedenti. Questa iniziativa prevede la selezione di 100 persone disoccupate che avranno accesso gratuito a corsi di formazioni in modalità virtual classroom o al full catalogue dell'E- learning di Cegos, in funzione di promuovere, appunto, un percorso formativo per disoccupati.
Già nei mesi iniziali del 2020 Cegos aveva supportato le aziende anche a distanza, offrendo corsi e-learning gratuiti e organizzando webinar su tematiche utili a sfidare giornalmente una situazione ignota e imprevedibile. Ma quali sono le aree interessate? Spaziamo dal personal development & Effectiveness, al settore Finance & Legal, ma anche Management & Leadership, Project Management e Hr & Organization.
Chiunque abbia perso il lavoro a causa della pandemia può inoltrare la sua domanda entro il 15 aprile, ma per ulteriori informazioni, vi lasciamo i link utili qui sotto.

 

 

12.03

Eccellenze d'Impresa: ecco il bando del 2021

Categoria principale: Notiziari
Category: Impresa

La società di consulenza GEA, la rivista di management Harvard Business Review Italia e la società di gestione del risparmio Arca Fondi SGR lanciano l'ottava edizione del Premio annuale "Eccellenze d’impresa" rivolto a tutte le aziende, sia italiane che straniere, sul territorio nazionale. L'azienda che spiccherà per freschezza e dinamismo imprenditoriale e per innovazione, verrà premiata come eccellenza in Italia durante l'evento che si svolgerà il 10 novembre 2021 a Palazzo Mezzanotte di Milano.
Le aziende possono concorrere in una di queste categorie:

  • Innovazione e tecnologia;
  • Sostenibilità;
  • Internazionalizzazione;
  • Rising Star.

Le aziende che vogliono partecipare devono inviare la propria candidatura entro e non oltre il 30 giugno 2021. per maggiori informazioni potete consultare i link che trovate qui sotto.

 

06.03

Lazio: stanziati 2 milioni di euro per le imprese editoriali

Categoria principale: Notiziari
Category: Impresa

La società LAZIOcrea S.p.A. ha promosso la concessione di contributi a fondo perduto per le imprese editoriali del territorio. Sono infatti 2 i milioni di euro stanziati per le imprese editoriali laziali, tra stampa, testate online e radio.
Tutto ciò si spera aiuti le imprese ad uscire dalla crisi economica favorendo, inoltre, lo sviluppo del mercato della comunicazione della regione. Per partecipare, le aziende cui è rivolta la misura dovranno autocertificare di aver registrato nel periodo aprile, maggio e giugno 2020 un calo del fatturato pari o superiore al 30% rispetto al fatturato dello stesso periodo del 2019. Dovranno inoltre essere in regola con la normativa vigente in materia di regolarità contributiva e assicurativa (D.U.R.C.) ed è importante che non pendano cause di divieto, sospensione o decadenza previste dal Codice Antimafia, Le imprese devono di essere anche iscritte, nei casi in cui sia obbligatorio, nel registro degli operatori della comunicazione tenuto presso il Corecom Lazio ed essere iscritte presso il Tribunale del luogo in cui si ha la sede legale e di avere la sede operativa nel territorio della Regione Lazio.
Ricordiamo che le aziende potranno fare la propria domanda entro le ore 18:00 di venerdì 12 marzo 2021, ma per maggiori dettagli vi lasciamo qui sotto i link utili.

25.02

Università private: limiti per detrazioni spese universitarie

Categoria principale: Notiziari
Category: Studio

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del MIUR riguardante le soglie per le detrazioni per le spese universitarie in riferimento alla frequenza di atenei privati. Con il nuovo decreto il Ministero lancia un chiaro segnale a tutte quelle famiglie che iscrivono i propri ragazzi nelle università private, le cui tasse di iscrizione e frequenza possono essere detratte ma con limiti imposti ben precisi. Questi limiti, che trovate pubblicati appunto nel decreto dello scorso 22 febbraio riguardano, com'è ovvio che sia, l'anno di imposta 2020. Tra gli oneri detraibili che nelle istruzioni del 730 fanno parte del contenitore delle spese universitarie rientrano pure le tasse e i contributi di iscrizione per corsi di laurea e di formazione post laurea tenuti da università private; qui la detrazione spettante resta sempre quella al 19% della spesa sostenuta. Per quanto riguarda invece le soglie, non si registrano variazioni di importo rispetto ai limiti degli scorsi anni. 
Per maggiori informazioni sul decreto del 22 febbraio 2021, vi invitiamo a consultare la Gazzetta Ufficiale, di cui trovate il link qui sotto.

 

25.02

Nuove Imprese tasso zero: incentivi a donne e giovani

Categoria principale: Notiziari
Category: Lavoro

 

Sulla gazzetta Ufficiale del 27-01-2021 è stato pubblicato il Decreto interministeriale Mise-Mef del 04.12.2020 che modifica l'Incentivo Nuove Imprese a Tasso Zero. Cosa rappresenta e come funziona la nuova regola delle agevolazioni? Innanzitutto va sottolineato come questo nuovo intervento prevede nuovi incentivi per quanto riguarda l'imprenditoria femminile (qualsiasi età) e giovanile (under 36).
Tali incentivi prevendono:

  • contributi a fondo perduto;
  • finanziamenti agevolati a tasso zero con durata massima o pari ai 10 anni;
  • servizi di tutoraggio tecnico-gestionale, per le sole imprese costituite da non più di 36 mesi. SOGGETTI BENEFICIARI
    Possono accedere agli incentivi per le nuove imprese a tasso zero, le micro e piccole imprese con le seguenti caratteristiche:

Gli incentivi sono rivolti a micro e piccole imprese che:

  • sono costituite da non più di sessanta mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
  • siano costituite in forma societaria;
  • hanno una compagine societaria composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età tra i 18 ed i 35 anni o da donne.

Per maggiori informazioni, o per fare la vostra domanda, potete consultare il sito di Invitalia di cui trovate il link di seguito.

 

15.02

Fondo Nuove Competenze: termini e modalità di accesso

Categoria principale: Notiziari
Category: Lavoro

 

Il Fondo Nuove Competenze è uno strumento importantissimo per la formazione e la riqualificazione delle risorse che si pone in alternativa alla Cassa Integrazione e che offre interessanti benefici per i datori di lavori e i dipendenti. Con il Decreto del 22 gennaio 2021 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero dell'Economia, sono state rese note le modalità di accesso al fondo, la cu dotazione è stata portata a 730 milioni di Euro, e la cui domanda di accesso deve essere presentata all'ANPAL entro e non oltre il 30 giugno 2021.
Nel Decreto pubblicato si chiarisce che "gli accordi collettivi devono essere sottoscritti entro il 30 giugno 2021 e devono prevedere progetti formativi, il numero dei lavoratori coinvolti nell'intervento e il numero di ore da destinare a percorsi per lo sviluppo delle competenze nonché, nei casi di erogazione della formazione da parte dell'impresa, la dimostrazione del possesso dei requisiti tecnici, fisici e professionali di capacità formativa per lo svolgimento del progetto. Per gli anni 2020 e 2021, i contratti collettivi di lavoro sottoscritti a livello aziendale o territoriale da associazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, ovvero dalle loro rappresentanze sindacali operative in azienda ai sensi della normativa e degli accordi interconfederali vigenti, possono realizzare specifiche intese di rimodulazione dell'orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive dell'impresa ovvero per favorire percorsi di ricollocazione dei lavoratori, con le quali parte dell'orario di lavoro viene finalizzato a percorsi formativi".
L'orario di lavoro potrà quindi essere rimodulato in maniera tale da consentire ai dipendenti la frequenza di corsi formativi pagati dallo Stato grazie al Fondo Nuove Competenze, e, molto importante, non ci sarà alcuna riduzione della retribuzione ai danni dei lavoratori, contrariamente a quanto accade con la cassa integrazione.
Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito del Ministero del Lavoro, di cui trovate il link qui sotto.

 

11.02

Bonus 100 euro a personale scolastico: i requisiti

Categoria principale: Notiziari
Category: Lavoro

In arrivo il premio per il personale scolastico che ha lavorato in presenza a marzo 2020, proprio nel periodo di piena pandemia. Ciò è previsto dall’art. 63 del DL 17 marzo 2020 n. 18. Un bonus che prevede un premio fino a 100 euro in busta paga nel mese di febbraio 2021. 
Tale premio spetta a coloro che hanno prestato servizio in presenza nel periodo di massima allerta per l'emergenza epidemiologica, ovvero a marzo 2020, e non a chi ha svolto il proprio lavoro in smartworking.
In particolare il premio è rivolto a docenti, dirigenti scolastici e personale ATA, titolari di redditi di lavoro dipendente non superiori a 40mila euro, e la cifra percepita sarà calcolata in base al numero di giorni di lavoro svolti in sede nel mese di marzo 2020.
Per maggiori informazioni potete consultare il sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di cui trovate il link qui sotto.

 

11.02

Premio Nazionale sull'Innovazione Digitale, bando 2020/2021

Categoria principale: Notiziari
Category: Studio

La DGOSV unitamente ad Anitec Assinform darà alle scuole la possibilità di partecipare al Premio Nazionale sull'Innovazione Digitale 2020/2021 Anitec Assinform. Ricordiamo che Anitec-Assinform (Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology di Confindustria) rappresenta le imprese delle tecnologie e delle soluzioni digitali ed è impegnata da anni sul tema delle competenze digitali e delle skill innovative.
Il "Premio Nazionale sull’Innovazione Digitale", giunto alla sua seconda edizione, è una iniziativa promossa proprio da Anitec-Assinform in collaborazione con il MIUR ed è rivolta alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado.
L'obiettivo del premio è di coinvolgere studenti e insegnanti in una azione proattiva di sensibilizzazione e orientamento atta a favorire la transizione al digitale del mondo della scuola, delle famiglie e della società nel suo insieme, valorizzando il ruolo e l'apporto delle tecnologie digitali. Una vera e propria promozione per il miglioramento delle competenze digitali da parte di scuole, famiglie ed imprese, che funge da supporto a studenti e formatori che investono nell'apprendimento di nuove tecnologie.
Ricordiamo che l'iscrizione delle scuole dovrà essere effettuata entro e non oltre le ore 12:00 del 31 maggio 2021. Per maggiori informazioni sul progetto vi invitiamo a consultare il bando che trovate sul sito del MIUR, di cui vi lasciamo il link qui sotto.

02.02

NASPI 2021: tutto quello che c'è da sapere

Categoria principale: Notiziari
Category: Cittadini

In questo articolo troverete tutte le indicazioni necessarie e tutto quello che c'è da sapere per fare la domanda di disoccupazione.
Innanzitutto per poter beneficiare della NASPI è necessario avere:

  • Lo stato di disoccupazione
  • Almeno 13 settimane di contribuzione nei quattro anni precedenti all’inizio del periodo di disoccupazione
  • Almeno 30 giornate di lavoro effettivo nei dodici mesi precedenti all’inizio del periodo di disoccupazione

Possono richiedere la NASPI chi ha perso involontariamente un posto di lavoro in subordinazione, coloro che hanno perso involontariamente il lavoro di apprendista, chi ha perso involontariamente un lavoro come dipendente a tempo determinato nelle pubbliche amministrazioni o lavoratori subordinati che hanno presentato dimissioni per giusta causa. Sono esclusi dalla NASPI i dipendenti delle pubbliche amministrazioni con contratti a tempo indeterminato, lavoratori extracomunitari con lavori stagionali e operai agricoli con contratti a tempo sia indeterminato che determinato.
La domanda deve essere sul sito dell'INPS o tramite sindacati, e va presentata entro e non oltre 68 giorni a partire dalla data di cessazione dell'ultimo lavoro svolto o del periodo di maternità indennizzata, sempre 68 giorni dalla data di cessazione del periodo di malattia indennizzata o di infortunio/malattia indennizzata dall’INAIL, 68 giorni dalla data di definizione della vertenza sindacale o la data di notifica della sentenza del giudice. Inoltre è importante ricordare che è possibile richiedere la NASPI anche se si è beneficiari del Reddito di Cittadinanza.
Per calcolare l'importo della NASPI bisogna trovare il dato del totale delle retribuzioni imponibili (tassabili) ai fini previdenziali degli ultimi quattro anni ed il dato del totale di settimane contributive (in cui sono stati versati i contributi) negli ultimi quattro anni. Poi diividere il totale delle retribuzioni per il totale delle settimane contributive e moltiplicare il valore ottenuto per il numero 4,33.
Prima di presentare la vostra domanda di NASPI è necessario richiedere lo stato di disoccupazione presso un centro per l'impiego portando con se un documento di riconoscimento valido, la copia del contratto di lavoro e nel caso delle persone non comunitarie, il permesso di soggiorno.
Qui sotto trovate il link che vi rimanda al sito dell'INPS per maggiori informazioni o per fare la vostra domanda.

 

23.01

Nuovo DPCM: sospensione dei concorsi

Categoria principale: Notiziari
Category: Lavoro

Con il nuovo Decreto del presidente del Consiglio dei Ministri sono stati sospesi tutti gli esami in presenza per tutti i bandi di concorso, pubblici e privati, fino al 15 febbraio, eccezion fatta per i concorsi per personale sanitario e Protezione Civile, e quelli che prevedono una valutazione dei candidati esclusivamente su basi curriculari o in modalità telematica, dunque a distanza.
Questo è a tutti gli effetti un rinnovo della misura già introdotta dal DPCM del 3 novembre, con validità fino al 3 dicembre 2020, e dal DPCM del 3 dicembre, con validità fino al 15 gennaio 2021
Dunque, in deroga a quanto previsto dalle nuove modalità per i concorsi pubblici introdotte per semplificare e digitalizzare le procedure concorsuali, sono momentaneamente sospese tutte le prove preselettive e scritte, comprese quelle previste per l’abilitazione all’esercizio delle professioni, e a partire dal 15 febbraio prossimo potranno essere espletate le prove selettive dei concorsi banditi dalle pubbliche amministrazioni, se è prevista la partecipazione di un numero di candidati non superiore a 30 per ogni sessione o sede di prova, adottando gli appositi protocolli per prevenire il contagio Covid.