LA “SOCIAL CARD” O “CARTA ACQUISTI”

 

 

 

 

 

 

 

GENERALITA’ E DEFINIZIONE

 

 

La "CARTA ACQUISTI" o "SOCIAL CARD" è stata introdotta con la manovra finanziaria (articolo 81 del Decreto legge n. 112/2008 convertito dalla legge n. 133/2008) per sostenere le famiglie e le persone anziane nella spesa alimentare e per le spese domestiche di luce e gas ed è stata presentata il 26 novembre a Palazzo Chigi dai ministri Tremonti (Economia e finanze) e Sacconi (Lavoro, salute e solidarietà sociale) e dal sottosegretario alla Presidenza del consiglio Bonaiuti, nel corso di una conferenza stampa.

 

La Carta Acquisti, completamente GRATUITA, si presenta e funziona come una normale carta di pagamento elettronico, uguale a quelle già in circolazione e ampiamente diffuse nel nostro Paese. Essa è fornita ai cittadini  che ne fanno domanda e che hanno i requisiti di legge. La carta è utilizzabile per il sostegno della spesa alimentare (acquisti) e dell'onere per le bollette della luce e del gas. 

 

N.B. La principale differenza tra la Carta Acquisti e le altre carte elettroniche in circolazione è che le spese, invece che essere addebitate al titolare della Carta, sono addebitate e saldate direttamente dallo Stato.

 

 

 

 

 

 

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLA CARTA ACQUISTI

 

 

La “Carta Acquisti”, completamente GRATUITA, potrà essere utilizzata per il sostegno della spesa alimentare e dell'onere per le bollette della luce e del gas e per effettuare acquisti in tutti i negozi abilitati.

 

Infatti, con la Carta si potranno anche avere SCONTI NEI NEGOZI convenzionati che sostengono il programma "Carta Acquisti".

 

Tramite la Carta, si potrà accedere direttamente anche alla tariffa elettrica agevolata. Ulteriori benefici e agevolazioni sono in corso di studio.

 

N.B. La “Carta Acquisti” potrà essere utilizzata per effettuare i propri acquisti in tutti i negozi alimentari abilitati al circuito Mastercard.

 

 

 

 

 

 

 

VALORE DELLA CARTA ACQUISTI

 

 

La Carta Acquisti vale 40 euro al mese. Per le domande presentate prima del 31 dicembre 2008,  la Carta sarà inizialmente caricata dal Ministero dell'Economia con 120 euro, relativi ai mesi di ottobre, novembre e dicembre 2008. Successivamente, nel corso del 2009, la Carta sarà caricata ogni due mesi con 80 euro (40 eurox2= 80 euro) sulla base degli stanziamenti via via disponibili.

 



 

 

 

 

 

DESTINATARI DELLA CARTA ACQUISTI

 

 

Due sono le categorie aventi diritto alla Carta Acquisti:

 

 

 

1.      ANZIANI CON 65 ANNI O PIÙ AVENTI i seguenti requisiti:

 

 

 

 

 

2.      FAMIGLIE CON BAMBINI PICCOLI con i seguenti requisiti:

 

·        Con figli sotto i 3 anni, cittadini e residenti in Italia (nel caso di più figli sotto i tre anni, gli accrediti si sommano);

·        Proprietarie di una sola casa di abitazione;

·        Titolari di una sola utenza elettrica a uso domestico;

·        Titolari di una sola utenza elettrica a uso non domestico;

·        Titolari di due utenze del gas;

·        Proprietarie di al max due autoveicoli;

·        Con meno di 15000 euro di risparmi in Banca, le Poste etc.;

·        Con un indicatore ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) della situazione economica complessiva fino a 6000 euro.

 

 

N.B. A tutti i possibili beneficiari verrà comunque inviata una lettera con la spiegazione su come ottenere la Carta. Per avere informazioni a riguardo si può contattare il numero Verde 800.666.888. Per quanto riguarda l’ISEE, esso è un parametro utilizzato per conoscere la situazione economica del richiedente. Determina la situazione economica del nucleo familiare considerando la somma dei redditi e del 20% del patrimonio mobiliare e immobiliare di tutto il nucleo familiare, rapportato al numero dei componenti in base ad una scala di equivalenza stabilita dalla legge.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COME E DOVE OTTENERE LA “CARTA ACQUISTI”

 

 

Per avere la Carta acquisti il cittadino avente i requisiti richiesti dalla legge deve presentare una domanda. Per ottenere la Carta bisogna recarsi, a partire da dicembre, in un UFFICIO POSTALE ABILITATO portando con se:

 

·         Modulo di richiesta (disponibile sul sito internet del MEF all’indirizzo seguente: http://www.mef.gov.it/carta_acquisti/)  compilato in ogni sua parte con i relativi allegati (in particolare un’attestazione ISEE in corso di validità);

 

·         Originale e fotocopia del documento d’identità.

 

 

N.B. Nella generalità dei casi verrà consegnata subito una Carta Acquisti. Qualora non venisse consegnata subito il cittadino potrà scegliere se ritirarla successivamente nello stesso ufficio e se farsela recapitare a casa. Inoltre, la Carta, a meno di riscontri negativi nei database dell’Amministrazione sulle dichiarazioni effettuate nel modulo di richiesta, sarà utilizzabile già nel secondo giorno lavorativo successivo alla consegna.

 

 

 

 

 

 

 

RISORSE FINANZIARIE DISPONIBILI

 

·         170 milioni di euro già messi a disposizione dal D.L. n. 112/2008;

·         250 milioni sono previsti da donazioni di soggetti privati (200 milioni dall’ENI, 50 milioni dall’ENEL);

·         450 milioni in base all’art.4 del decreto-legge n.155/08 in discussione alla Camera (A.C. 1762-A), nel testo approvato in Commissione;

·         200 milioni in base all’art. 13, comma 1, del disegno di legge n. 1195, attualmente all’esame del Senato.

 

 

 

 

 

 

PRINCIPALI RIFERIMENTI LEGISLATIVI

 

·         Articolo 81, comma 29 (e seguenti), del decreto legge n. 112 del 2008, convertito con modificazioni, dalla legge n. 133 del 2008;

·         Decreto interdipartimentale del MEF e del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, prot. n. 89030 del 16 settembre 2008, registrato dalla Corte dei Conti in data 25 settembre 2008;

·         Decreto interdipartimentale del MEF e del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, prot. 104376 del 9 novembre 2008, registrato dalla Corte dei Conti in data 14 novembre 2008.

 

 

 

ULTERIORI INFORMAZIONI

 

·         POSTE ITALIANE al Numero Verde: 800.666.888

·         INPS, al numero verde: 803-164  

·         Per le simulazioni del calcolo dell’ISEE collegarsi al sito Inps all’indirizzo: http://servizi.inps.it/servizi/isee/Simulazione/SimulazioneCalcolo.asp

·         MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE (con GOVERNO e MINISTERO DEL LAVORO), Via XX Settembre 97, 00187 Roma. Tel. 06/476111. Siti internet: http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/carta_acquisti/ - http://www.mef.gov.it/ - http://www.mef.gov.it/carta_acquisti/ - http://www.agenziaentrate.it/ilwwcm/connect/Nsi/ - http://www.lavoro.gov.it/Lavoro/CartaAcquisti/