Cerca nel sito
REGISTRATI

La Banca Dati de Laretexlavorare.com

Inserisci curriculum
Consulta curriculum
Inserisci annuncio
Consulta annuncio

Come sapere dove abita una persona

Categoria principale: Notiziari
Category: Cittadini
on 22 Giugno 2019

Per sapere dove abita una persona ci sono diverse possibilità. Tra i compiti di ogni Comune vi è la tenuta dei registri anagrafici dei residenti. A questi registri può accedere chiunque e conoscere, in tempo reale, dove abita una persona.

Basterà recarsi presso il municipio del Comune ove la persona vive e chiedere un certificato di residenza. L’interessato dovrà fornire nome e cognome del soggetto da ricercare; sarà meglio indicare anche il codice fiscale del soggetto, onde evitare eventuali omonimie. Il certificato di residenza viene rilasciato gratuitamente salvo il pagamento dei diritti di segreteria. In esso verrà indicato l’indirizzo di residenza che ha valore di certificato ufficiale. Chi pertanto deve spedire una raccomandata non è tenuto a sapere dove il destinatario effettivamente vive se la sua residenza è fissata in un altro luogo: la lettera si considera conosciuta (e, quindi, sortisce effetti legali) se inviata alla residenza ufficiale benché poi non venga ritirata perché l’interessato ha domicilio in un altro posto.

Se non si conosce il Comune di attuale residenza del soggetto di cui si vuol sapere dove abita, è possibile recarsi all’ultimo Comune noto. Lì, chiedendo il certificato di residenza, si potrà sapere dove il soggetto è «emigrato» (ossia si è trasferito). Ad esempio, immaginiamo che una persona si trasferisca da Milano a Torino. Chi conosce solo il suo vecchio indirizzo può recarsi presso il Comune di Milano e chiedere il certificato di residenza; in esso risulterà che il soggetto è emigrato a Torino. A questo punto ci si dovrà recare presso il Comune di Torino e chiedere un ulteriore certificato di residenza e da questo risulterà l’indirizzo attuale.

 

E’ possibile sapere dove abita una persona anche tramite internet in due modi:

chiedendo il certificato di residenza al Comune tramite Posta Elettronica Certificata (Pec). Alla classica richiesta dei certificati allo sportello comunale o tramite posta, si affianca la richiesta online. Le informazioni ottenute per via telematica sono totalmente gratuite ma non hanno valore ufficiale. Sarà quindi necessario chiedere il certificato che il Comune può subordinare al pagamento della marca da bollo (a seconda dei Comuni, di 2 euro o di 16 euro). Tuttavia, secondo una recente risoluzione dell’Agenzia delle Entrate, se la richiesta è effettuata da uno Studio legale, non è dovuto alcun pagamento.

collegandosi al sito di Pagine Bianche. Se infatti il soggetto da cercare è titolare di una linea telefonica fissa e ha accettato di fornire i propri dati al gestore degli elenchi telefonici, il suo indirizzo sarà facilmente reperibile attraverso l’indicazione del nome e del cognome. Se si tratta di un’azienda bisognerà andare su Pagine Gialle.

 

 

Esiste un ultimo modo per sapere dove abita una persona. Se si deve notificare un atto giudiziario o, comunque, una comunicazione particolarmente importante, lo si può fare tramite l’ufficiale giudiziario del tribunale. A questi bisognerà fornire un indirizzo di residenza. Se l’ufficiale non trova nessuno è tenuto – prima di abbandonare le ricerche – a prendere informazioni sul destinatario e sull’eventuale trasferimento da eventuali vicini di casa. In verità questo sistema non sempre dà i propri frutti, un po’ perché l’ufficiale si limita a scrivere sulla relazione di notifica di aver «tentato di reperire informazioni sul destinatario e non di non esservi riuscito» quando invece non lo ha fatto concretamente, un po’ perché i vicini potrebbero non essere al corrente del nuovo indirizzo o potrebbero non volerlo riferire.

Riferimenti legislativi: Art. 43 codice civile: Domicilio e residenza.